ISOLA DI CAPRI

HOME / ISOLA DI CAPRI

Con partenza da Positano ad un orario che risponda alle vostre esigenze, il tour comincia con una traversata verso l’affascinante “Li galli”, antico arcipelago appartenente alla cittadina di Positano, ricco di suggestioni e miti.

capri speciale capri_2_grotta_azzurraGiungeremo dunque a Capri. Partendo dalla Grotta Bianca, conosciuta per le sue candide sfumature e per la suggestiva stalagmite somigliante la Vergine nell’atto della preghiera, passeremo poi attraverso l’Arco Naturale fino ad arrivare ad ammirare la particolarissima Villa di Curzio Malaparte. Oltrepasseremo, successivamente, uno dei punti più conosciuti dell’isola, una bellezza naturale ineguagliabile non a caso set pubblicitario, fotografico e cinematografico: i Faraglioni di Capri, Saetta, Scopolo e Stella, Faraglione centrale che presenta un arco naturale che attraverseremo.

Non sostiamo a marina piccola (solo su speciafica richiesta) quindi possiamo metterlo sempre come facoltativo (anche perchè le barche grandi non possono accostare li) magari possiamo aggiungere sosta per un bagno nei pressi di marina piccola.

cartina-vito-crop-mod_bcapri_DSCN23-okPasseremo dinanzi Marina Piccola, regalandoci una piccola sosta per un bagno, e proseguiremo verso la Grotta Verde, passando accanto al Faro di Punta Carena, e fino a raggiungere una delle più grandi bellezze dell’isola: la Grotta Azzurra. La visita alla grotta è un extra, e per effettuarla bisogna salire a bordo di caratteristiche barchette di legno, le uniche in grado di attraversare una cosi piccola cavità.

Ultima tappa al Porto di Capri, dove vi sarà possibile scendere e visitare internamente questa meravigliosa isola. Le attrattive sono davvero numerose ed ognuna meritevole di una visita: a partire dalle numerose ville, l’antico centro di Anacapri con i suoi caratteristici scorci e la funivia, l’incantevole Certosa di San Giacomo e la stessa piazzetta di Capri, il tutto assolutamente da visitare.

La traversata riparte, con una sosta facoltativa a Nerano per pranzare presso uno dei suoi numerosi ristoranti, famosi soprattutto per i deliziosi “Spaghetti alla Nerano”. Consigliamo, inoltre, di raggiungere l’affascinante Baia di Ieranto.

Ripartiremo dunque ammirando le baie di Marina del Cantone, Recommone e Crapolla , Punta Campanella ed il suo parco naturale, e la vista dell’intero litorale fino a tornare a Positano.

NOTE STORICHE
ARCIPELAGO DE “LI GALLI”: l’arcipelago vanta d’aver ospitato nel corso degli anni personaggi di fama internazionale, quali il grande coreografo Rudolf Nurejev, il ballerino Léonide Massine ed Eduardo de Filippo, ma ancor più illustri furono le sue prime abitanti: secondo la mitologia, infatti, è qui che vissero le tre sirene dell’Odissea Partenope, Leucosia e Ligia. Da qui appunto il nome dell’arcipelago, derivante dalle iconografie greche delle sirene metà donna e metà uccelli.

VILLA DI CURZIO MALAPARTE
: lo scrittore e giornalista romano, il cui vero nome era Curzio Suckert, fu una figura molto attiva nella scena politica italiana degli anni ’20. Fece costruire la sua villa caprese nel 1938 (su un progetto di Adalberto Libera), ma nonostante ciò, la costruzione presenta tratti forti e moderni, dal pavimento irregolare al camino in cristallo, piccoli dettagli degni delle più moderne scuole d’architettura.

GROTTA AZZURRA
: La Grotta Azzurra situata nella zona di Anacapri, trova il suo primo utilizzo in epoca romana, periodo in cui gli imperatori la resero la propria piscina privata; successivamente al crollo dell’impero romano, venne ritenuta infestata dai demoni e dunque chiusa al pubblico. Venne riscoperta solo nel 1826 dallo scrittore tedesco Kopisch e dal pittore Fries accompagnati da un pescatore locale. La cavità d’origine naturale presenta un ingresso scavato nella roccia stretto e buio, che lascia subito dopo spazio ad un azzurro acceso e letteralmente paradisiaco. Un secondo ingresso, posto al di sotto del livello del mare, rende infatti le acque della grotta vivide e surreali, tanto da suggerire l’idea di una traversata sul cielo.

BAIA DI IERANTO
: la Baia è facilmente raggiungibile attraverso un percorso naturalistico che parte dalla piazzetta stessa di Nerano. La sua selvaggia bellezza, tanto imponente da essere un bene naturalistico tutelato dal Fondo Ambientale Italiano, colpisce profondamente chiunque giunga in questo luogo.